23 Gennaio 2016 – 23 Gennaio 2017: il video del 1° anniversario di #SvegliaItalia.

23 Gen

fb_laquila

Esattamente il 23 gennaio 2016 tante città italiane ospitarono la manifestazione da cui per le persone LGBT di questo Paese tutto è cambiato. Provo una grande emozione guardando questo video (in cui peraltro a capo del corteo organizzato a L’Aquila in quell’occasione appaiono per pochi istanti anche i ragazzi del circolo  Arcigay”Massimo Consoli”).

Di seguito il video del primo anniversario della manifestazione #SvegliatItalia.

CLICCA QUI PER IL LINK DEL VIDEO [YOUTUBE].

SABATO AD AVEZZANO LA PRIMA UNIONE CIVILE DELLA PROVINCIA. Dongiovanni (Arcigay): -Fabio e Dino insegnano ai giovani il significato della parola coraggio-.

19 Gen

image

Sabato 21 gennaio alle ore 18:00 presso la sala consiliare del Comune di Avezzano, verrà celebrata l’unione civile tra Fabio Morelli e Dino Bordò, dopo 18 anni di vita comune: si tratta della prima unione legalmente riconosciuta tra persone dello stesso sesso nella provincia dell’Aquila da quando, l’11 maggio scorso, anche in Italia le coppie omosessuali hanno visto riconosciuto davanti alla legge il loro diritto all’amore.

La cerimonia si terrà quasi ad un anno esatto dalla manifestazione “SvegliatItalia”, che il 23 gennaio 2016 ha attraversato le vie del centro storico del capoluogo abruzzese e quelle di tutte le principali città d’Italia, per dare manforte all’approvazione del ddl sulle unioni civili a firma della Senatrice Monica Cirinnà.

Dongiovanni: -Ricorderemo per sempre quel periodo come uno dei più aspri snodi etico-politici che hanno interessato il nostro Paese negli ultimi 30 anni: è stato un momento denso di rabbia ed emozioni; molti omosessuali sono usciti allo scoperto a partire da quei giorni e mentre i prelati si affannano ad attribuire alle unioni civili la colpa dei cataclismi che stanno scuotendo il nostro Paese, Fabio e Dino insegnano ai giovani omosessuali che hanno paura il significato della parola coraggio. Questo matrimonio è l’evento più lieto che questo territorio abbia vissuto negli ultimi anni-.

image (1)

Il pensiero dei volontari dell’Arcigay M.Consoli L’Aquila è rivolto a quell’ormai lontano giugno del 2008, quando il Forte Cinquecentesco del capoluogo ospitò alla presenza di Franco Grillini (uno dei padri del Movimento LGBT italiano ndr.) il matrimonio simbolico di due coppie omosessuali: dopo la débâcle dei DICO del Governo Prodi, quel fatto contribuì significativamente a riaccendere il dibattito politico sulle unioni omosessuali in Italia.

-E’ estremamente significatico- continua Dongiovanni -che la prima unione civile della nostra provincia si svolga nella Marsica, territorio negli ultimi anni è stato teatro della maggior parte dei casi di omofobia nella nostra regione. Le cose stanno cambiando sul serio e bisogna prendere atto-.

 

Arcigay “Massimo Consoli” L’Aquila

IL 17 GENNAIO ORE 9:00 AL MOVIEPLEX PROIEZIONE DI ‘UN BACIO’ – AGISCUOLA E ARCIGAY L’AQUILA UNITI CONTRO L’OMOFOBIA IN UN EVENTO PER LE SCUOLE

15 Gen

un-bacio-poster

Martedì 17 gennaio alle ore 9:00 e alle ore 10:00 presso il cinema ‘Movieplex’ si terrà la proiezione del film ‘Un bacio’, rivolta agli studenti delle scuole secondarie di II grado del capoluogo abruzzese.

 
L’evento organizzato a L’Aquila da ‘Agiscuola Abruzzo’ vedrà i ragazzi del circolo Arcigay ‘M.Consoli’ tra i relatori del dibattito contestuale al film ed è una delle tappe di ‘Un bacio experience’: serie di matinée contro il bullismo omofobico, che vede il regista Ivan Cotroneo impegnato a presentare il suo film nei cinema delle maggiori città italiane e a rispondere alle domande degli studenti assieme ai volontari delle associazioni LGBT sparse su tutto il territorio nazionale.

 
Il progetto è il risultato di una collaborazione tra MIUR, Indigo Film, Titanus, Lucky Red, Agiscuola e vede il supporto di diverse associazioni che hanno collaborato al tour di ‘Un bacio’ e che lavorano con gli adolescenti sulle tematiche del bullismo (Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Telefono Azzurro, Arcigay, Adolescenday, MaBasta, Agedo) e collaborano con il cinema e con le scuole (Alice nella Città, Giffoni, Museo del Cinema, Aiace, Mobydick).

Arcigay M.Consoli L’Aquila


1 DICEMBRE: GIORNATA MONDIALE CONTRO L’HIV. Arcigay L’Aquila in università e a scuola per parlare di MST ed omofobia.

30 Nov

test-2017ii_158ab9dc70b18fc8

L’HIV è un virus che si contagia attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti (perlopiù con i rapporti sessuali non protetti) e la persona che lo contrae, senza un’adeguata terapia arriva ad ammalarsi di AIDS. Per ragioni biologiche ed indipendenti dalle scelte personali, gli uomini che hanno rapporti sessuali non protetti con altri uomini sono maggiormente esposti al rischio, benché in caso di infezione dell’uno o dell’altro partner, neppure i rapporti eterosessuali siano esenti da pericoli. A distanza di più di tre decenni da quando questa terribile pandemia è balzata agli onori della cronaca, non esiste ancora una cura definitiva per l’HIV e la migliore prevenzione primaria resta il condom. In ogni caso, se l’HIV viene celermente diagnosticato, una persona sieropositiva può continuare a guardare al futuro, grazie ad una opportuna terapia farmacologica. Il maggiore fattore di pericolo è però rappresentato dal fatto che non tutti siano a conoscenza del proprio stato sierologico-.

In occasione della Giornata Mondiale Contro l’AIDS, nella mattinata di domani 1 dicembre, i ragazzi e le ragazze di Arcigay M.Consoli L’Aquila terranno un banchetto informativo e distribuiranno condom presso l’università di Coppito 2.

Come spiega il Presidente dell’associazione, Leonardo Dongiovanni: -Negli ultimi anni di HIV si parla sempre di meno, complice lo scarso interesse sociale sul tema, unitamente ad un certo immotivato e persistente pudore. Anche se ormai difficilmente si arriva a morire di AIDS, i casi di contagio da HIV non tendono a diminuire. Questo silenzio testimonia una disattenzione diffusa, da cui derivano ignoranza, scarsa conoscenza del tema e di conseguenza contagi e discriminazioni nei confronti dei sieropositivi. Il miglior consiglio che possiamo dare, è quello di usare il condom e di fare il test in modo gratuito ed anonimo presso i reparti di malattie infettive degli ospedali della nostra provincia grazie al progetto ‘Fai il test anche tu’. Si tratta di un atto di responsabilità civica nei confronti di tutta la società-.

Il giorno 2 dicembre alle ore 10:00, Arcigay L’Aquila sarà poi ospite dei ragazzi del Liceo A.Bafile per parlare di bullismo omofobico.

-Il nostro principale impegno resta quello della lotta alle discriminazioni omofobiche, specialmente in seguito al calo dell’interesse mediatico che ha seguito l’approvazione della legge sulle Unioni Civili, facendo pensare che ormai le persone LGBT abbiano risolto tutti i loro problemi; proprio per questo motivo i nostri interlocutori privilegiati restano studenti e professori. È in ambiente scolastico che si verificano i più efferati casi di bullismo e L’Aquila non è certo esente da questa deplorevole piaga, che può passare anche attraverso l’indifferenza di certi insegnanti- conclude Dongiovanni.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

Il Presidente Leonardo Dongiovanni

20 NOVEMBRE: GIORNATA CONTRO LA TRANSFOBIA. Arcigay L’Aquila celebra le persone transessuali con un film ed una commemorazione.

16 Nov

Locandina TDOR 2016 AG AQ.jpg

Anche quest’anno Arcigay L’Aquila celebra il “Transgender Day of Remembrance” (anche noto come TDOR), giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender. Gli eventi di quest’anno si svolgeranno rispettivamente venerdì 18 novembre ore 21:00 presso l’Asilo Occupato, con la proiezione del film “The Danish Girl” (contestualmente ad un dibattito a tema, durante il quale interverrà una giovane attivista transessuale di Arcigay L’Aquila) e domenica 20 novembre, nel pomeriggio, con la consueta commemorazione sulla tomba di Manuela Di Cesare (la transessuale uccisa a Pescare nel 2007), presso il cimitero di Tornimparte.

Il film “The Danish Girl” è tratto dal romanzo “La danese” ed è ispirato alla vita della pittrice Lili Elbe, cioè la prima persona nella storia ad essersi sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso e ad identificarsi come transessuale. Il contestuale dibattito, come già accennato, potrà invece contare sulla preziosa testimonianza di una giovanissima ragazza che ha appena iniziato la sua transizione, segnando idealmente il passaggio del testimone da una delle prime transessuali della storia ad una delle ultime.

La celebrazione del TDOR proseguirà oltre, prevedendo un altro appuntamento per domenica 20 novembre; Proseguendo una tradizione consolidata da alcuni anni infatti, Arcigay L’Aquila renderà omaggio a Manuela Di Cesare presso la sua tomba nel cimitero di Tornimparte. La partenza in auto è prevista alle ore 15:00 dall’ex OP di Collemaggio.

Solo nel 2016 in Italia sono state uccise 30 persone transessuali. Stando ai dati aggiornati al 15 novembre scorso, in tutta Europa, in quanto a transfobia, il nostro Paese è secondo solo alla Turchia, con i suoi 45 omicidi registrati.

Nonostante la recente apertura del nostro Paese alle coppie formate da persone dello stesso sesso, oggi più che mai è necessario approfondire il dibattito pubblico sull’esistenza delle persone transessuali, la cui identità nel comune sentire è ingiustamente associata dal alla prostituzione e al degrado.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

RIPRENDE IL CINEMA LGBT DI ARCIGAY L’AQUILA: ecco i primi quattro appuntamenti.

5 Nov

locandina-cineforum-lgbt-nov-dic-2016

Arcigay M.Consoli L’Aquila è lieta di presentare, per il quarto anno consecutivo, il suo ciclo di film a tematica LGBT per i mesi di novembre e dicembre.

Gli appuntamenti si terranno presso Casematte (ex OP di Collemaggio) alle ore 21:00 dei giorni 9 e 23 novembre, 7 e 21 dicembre.

Ad aprire il ciclo di proiezioni, tra politica e triangoli amorosi, il 9 novembre sarà la commedia italiana “Diverso da chi?”, con Luca Argentero. Seguirà, in data 23 novembre “Oriented”: film documentario ambientato a Tel Aviv sulla vita di tre omosessuali palestinesi. Il 7 dicembre verrà poi proiettato “Il prete”, film del 1994 che racconta la storia di un prete sostenitore della teoria della liberazione, in lotta con le sue pulsioni omosessuali. Infine, il 21 dicemre sarà il turno di “Carol”, trasposizione cinematografica del romanzo “The price of salt”, che vede come protagonista una giovane aspirante fotografa della New York del 1952.

Ad ogni proiezione seguirà un dibattito sulla tematica affrontata nel film proposto, pertanto è richiesta la massima puntualità.
L’ingresso è libero, ma è gradito il tesseramento ad Arcigay, in modo da sostenere le attività del circolo.

Vi aspettiamo!

Arcigay M.Consoli L’Aquila

11 Ottobre 2016: Coming Out Day – Mercoledì 12 h21:00 proiezione di “Beginners” a Casematte.

11 Ott

coming-out-day-2016-banner-ag-giovani

È l’11 ottobre 2016, e abbiamo qualcosa da dirvi:

“Molte persone pensano di non conoscere nessun gay o nessuna lesbica, ma in realtà tutti ne conoscono almeno uno/a. È un imperativo morale che noi veniamo allo scoperto e lasciamo che le persone sappiano chi siamo, distruggendo paure e stereotipi”. Queste le parole di Robert Eichberg, lo psicologo del New Mexico che, insieme a Jean O’Leary, attivista americana per i diritti LGBT, ha deciso, nel 1988, di dedicare una giornata specifica, divenuta internazionale, al Coming Out.

Convinte e convinti più che mai che dichiararsi agli altri, nonché a sé, sia un atto di profonda onestà intellettuale e garanzia di benessere fisico e morale, Arcigay “Massimo Consoli” L’Aquila vi invita a celebrare con orgoglio il “Coming Out Day”.

Per l’occasione, mercoledì 12 ottobre 2016, alle ore 21.00, presso Casematte (ex O.P. di Collemaggio) si terrà la proiezione del film “Beginners”, con E. McGregor, C. Plummer e M. Laurent, sulla tematica del Coming Out.

Saremo ben lieti di offrire le nostre testimonianze e di ascoltare le vostre. L’ingresso è libero, con possibilità di sottoscrizione e di tesseramento Arcigay.

Arcigay M.Consoli L’Aquila

Sisma: l’ Ulrichs Day del 28 agosto è rinviato a data da destinarsi.

26 Ago

In seguito al sisma che negli scorsi giorni ha colpito il centro Italia, riteniamo opportuno rinviare la commemorazione dell’ Ulrichs Day, programmata per il 28 agosto, a data da destinarsi, probabilmente non appena i lavori di restauro saranno ultimati.

Essendo l’ Ulrichs Day un giorno di festa per la nostra comunità, un’eventuale celebrazione al momento presente cozzerebbe con il rispetto e la solidarietà dovute alle popolazioni colpite dal tragico evento.

Teniamo a precisare, su richiesta esplicita della Fondazione M. Consoli, che questa decisione ci è sembrata l’ unica possibile in un tale momento di dolore, e che ogni iniziativa non riconducibile a noi  è rimessa alla sensibilità di chi lo vorrà. 

Diffonderemo attraverso i nostri canali tutte le informazioni utili ad aiutare i territori colpiti dal sisma.

Arcigay M.Consoli L’Aquila

IL 28 AGOSTO ARCIGAY L’AQUILA COMMEMORA ULRICHS AL CIMITERO MONUMENTALE. Dongiovanni: -Amministrazione usi Palazzetto dei Nobili e auditorium per celebrare le unioni civili-.

17 Ago

Karl_Heinrich_Ulrichs_(from_Kennedy)

Quest’anno l’Ulrichs Day verrà celebrato domenica 28 agosto alle ore 12:00, presso il cimitero monumentale dell’Aquila: è esattamente il giorno in cui ricorre la nascita del giurista e latinista prussiano Karl Heinrich Ulrichs, che morì a L’Aquila “exul et pauper” nel 1895, sotto la protezione del Marchese Nicolò Persichetti e che è riconosciuto in tutto il mondo come il pioniere del movimento LGBT. La sua tomba fu scoperta nel cimitero del capoluogo abruzzese alla fine degli anni ‘80 da Massimo Consoli (uno dei padri dell’attivismo omosessuale italiano). Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’evento.

Lo scorso anno il circolo Arcigay dell’Aquila annunciò il restauro della tomba di Ulrichs, che attualmente versa in condizioni decisamente precarie. I costi legati alla logistica dei lavori di restauro saranno sostenuti da una nota coppia omosessuale veronese (tra le prime sul territorio nazionale a chiedere di essere unite civilmente); lo stesso Franco Grillini tempo fa contattò Massimo Cialente interessandosi all’intervento, che renderebbe finalmente alla città dell’Aquila un monumento LGBT degno di questo nome. Come riferisce il presidente dell’associazione, Leonardo Dongiovanni: -A causa di lungaggini burocratiche, i lavori non saranno comunque terminati in tempo per la commemorazione di quest’anno, poiché l’Accademia di belle arti di Verona (il soggetto attuatore), aspetta ancora la trasmissione del nulla osta della Soprintendenza. I lavori comunque dovrebbero essere ultimati al massimo entro l’inverno. Nel frattempo saremo felici di condividere la commemorazione del 28 agosto con tutti coloro che hanno sostenuto la nostra battaglia per l’uguaglianza, ma riteniamo opportuno prendere sin da subito le distanze dall’eventuale partecipazione della Sentrice Blundo, che oltre ad aver evitato qualsiasi tipo di confronto con noi durante l’aspro dibattito parlamentare sulle unioni civili, votò contro l’approvazione della legge, in linea con l’intero Movimento 5 stelle e questo oggi più di ieri ci pone in una posizione di contrasto nei suoi confronti-.

Nel frattempo, a pochi mesi dall’approvazione della legge sulle Unioni Civili tra persone dello stesso sesso, come ricorda Dongiovanni, i casi di omofobia sul territorio sono in aumento: -Dopo la pausa estiva il circolo Arcigay dell’Aquila continuerà a lavorare per favorire la diffusione delle tematiche LGBT anche nelle zone più difficili della provincia, come la Marsica: posto in cui dall’inizio dell’anno, nel silenzio delle istituzioni sono stati registrati diversi casi di omofobia, di cui due particolarmente gravi. Per ciò che concerne la celebrazione delle unioni civili invece, l’Arcigay dell’Aquila si impegnerà a verificare l’osservanza della legge “Cirinnà”, affinché dette unioni godano della stessa dignità sociale dei matrimoni. Mi aspetto sin da subito che l’Amministrazione metta a disposizione delle coppie omosessuali richiedenti, i medesimi luoghi utilizzati per celebrare i matrimoni civili, tra cui il Palazzetto dei Nobili e l’Auditorium del Parco-.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

 

 

Commemorazione delle vittime della strage di Orlando a L’Aquila: le foto e i video dell’evento.

18 Giu

Decine di anime hanno preso parte alla commemorazione organizzata a L’Aquila dai ragazzi e dalle ragazze di Arcigay M.Consoli il 16 giugno alla Villa Comunale; un presidio con poche bandiere, in cui ha prevalso il desiderio di riunirsi nel cordoglio e di ribadire con forza che anche di fronte all’omofobia più efferata, la comunità LGBT non piegherà mai la testa e risponderà sempre con i valori della pace e dell’inclusione.

 

GUARDA IL VIDEO DELL’EVENTO CON IL DISCORSO DELL’ARCIGAY E LA LETTURA DEI NOMI DELLE VITTIME (LINK): L’Aquila: Commemorazione per le vittime della strage di Orlando.

Con il calar del sole anche il GSSI (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) ha voluto rendere omaggio alle vittime del Pulse illuminando con i colori dell’arcobaleno la scuola che ospita studenti da tutto il mondo, nei pressi della Villa Comunale.

FB_IMG_14658563378962849.jpg
Di seguito l’annuncio dell’evento a Radio Stella 180 amici da parte del Presidente di Arcigay “M.Consoli” L’Aquila, Leonardo Dongiovanni e il servizio del TG di LaQTV (LINK): 1)  Leonardo Dongiovanni a Radio Stella 180 invita gli ascoltatori alla Commemorazione per le vittime della strage di Orlando.

2) Arcigay L’Aquila – Servizio TG commemorazione per le vittime della strage di Orlando

 

Si ringraziano il GSSI per la sensibilità dimostrata, Sara Bulma per le riprese e le fotografie e LaQTV per il servizio.

Arcigay M.Consoli L’Aquila