20 NOVEMBRE: GIORNATA CONTRO LA TRANSFOBIA. Arcigay L’Aquila celebra le persone transessuali con un film ed una commemorazione.

16 Nov

Locandina TDOR 2016 AG AQ.jpg

Anche quest’anno Arcigay L’Aquila celebra il “Transgender Day of Remembrance” (anche noto come TDOR), giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender. Gli eventi di quest’anno si svolgeranno rispettivamente venerdì 18 novembre ore 21:00 presso l’Asilo Occupato, con la proiezione del film “The Danish Girl” (contestualmente ad un dibattito a tema, durante il quale interverrà una giovane attivista transessuale di Arcigay L’Aquila) e domenica 20 novembre, nel pomeriggio, con la consueta commemorazione sulla tomba di Manuela Di Cesare (la transessuale uccisa a Pescare nel 2007), presso il cimitero di Tornimparte.

Il film “The Danish Girl” è tratto dal romanzo “La danese” ed è ispirato alla vita della pittrice Lili Elbe, cioè la prima persona nella storia ad essersi sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso e ad identificarsi come transessuale. Il contestuale dibattito, come già accennato, potrà invece contare sulla preziosa testimonianza di una giovanissima ragazza che ha appena iniziato la sua transizione, segnando idealmente il passaggio del testimone da una delle prime transessuali della storia ad una delle ultime.

La celebrazione del TDOR proseguirà oltre, prevedendo un altro appuntamento per domenica 20 novembre; Proseguendo una tradizione consolidata da alcuni anni infatti, Arcigay L’Aquila renderà omaggio a Manuela Di Cesare presso la sua tomba nel cimitero di Tornimparte. La partenza in auto è prevista alle ore 15:00 dall’ex OP di Collemaggio.

Solo nel 2016 in Italia sono state uccise 30 persone transessuali. Stando ai dati aggiornati al 15 novembre scorso, in tutta Europa, in quanto a transfobia, il nostro Paese è secondo solo alla Turchia, con i suoi 45 omicidi registrati.

Nonostante la recente apertura del nostro Paese alle coppie formate da persone dello stesso sesso, oggi più che mai è necessario approfondire il dibattito pubblico sull’esistenza delle persone transessuali, la cui identità nel comune sentire è ingiustamente associata dal alla prostituzione e al degrado.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

RIPRENDE IL CINEMA LGBT DI ARCIGAY L’AQUILA: ecco i primi quattro appuntamenti.

5 Nov

locandina-cineforum-lgbt-nov-dic-2016

Arcigay M.Consoli L’Aquila è lieta di presentare, per il quarto anno consecutivo, il suo ciclo di film a tematica LGBT per i mesi di novembre e dicembre.

Gli appuntamenti si terranno presso Casematte (ex OP di Collemaggio) alle ore 21:00 dei giorni 9 e 23 novembre, 7 e 21 dicembre.

Ad aprire il ciclo di proiezioni, tra politica e triangoli amorosi, il 9 novembre sarà la commedia italiana “Diverso da chi?”, con Luca Argentero. Seguirà, in data 23 novembre “Oriented”: film documentario ambientato a Tel Aviv sulla vita di tre omosessuali palestinesi. Il 7 dicembre verrà poi proiettato “Il prete”, film del 1994 che racconta la storia di un prete sostenitore della teoria della liberazione, in lotta con le sue pulsioni omosessuali. Infine, il 21 dicemre sarà il turno di “Carol”, trasposizione cinematografica del romanzo “The price of salt”, che vede come protagonista una giovane aspirante fotografa della New York del 1952.

Ad ogni proiezione seguirà un dibattito sulla tematica affrontata nel film proposto, pertanto è richiesta la massima puntualità.
L’ingresso è libero, ma è gradito il tesseramento ad Arcigay, in modo da sostenere le attività del circolo.

Vi aspettiamo!

Arcigay M.Consoli L’Aquila

11 Ottobre 2016: Coming Out Day – Mercoledì 12 h21:00 proiezione di “Beginners” a Casematte.

11 Ott

coming-out-day-2016-banner-ag-giovani

È l’11 ottobre 2016, e abbiamo qualcosa da dirvi:

“Molte persone pensano di non conoscere nessun gay o nessuna lesbica, ma in realtà tutti ne conoscono almeno uno/a. È un imperativo morale che noi veniamo allo scoperto e lasciamo che le persone sappiano chi siamo, distruggendo paure e stereotipi”. Queste le parole di Robert Eichberg, lo psicologo del New Mexico che, insieme a Jean O’Leary, attivista americana per i diritti LGBT, ha deciso, nel 1988, di dedicare una giornata specifica, divenuta internazionale, al Coming Out.

Convinte e convinti più che mai che dichiararsi agli altri, nonché a sé, sia un atto di profonda onestà intellettuale e garanzia di benessere fisico e morale, Arcigay “Massimo Consoli” L’Aquila vi invita a celebrare con orgoglio il “Coming Out Day”.

Per l’occasione, mercoledì 12 ottobre 2016, alle ore 21.00, presso Casematte (ex O.P. di Collemaggio) si terrà la proiezione del film “Beginners”, con E. McGregor, C. Plummer e M. Laurent, sulla tematica del Coming Out.

Saremo ben lieti di offrire le nostre testimonianze e di ascoltare le vostre. L’ingresso è libero, con possibilità di sottoscrizione e di tesseramento Arcigay.

Arcigay M.Consoli L’Aquila

Sisma: l’ Ulrichs Day del 28 agosto è rinviato a data da destinarsi.

26 Ago

In seguito al sisma che negli scorsi giorni ha colpito il centro Italia, riteniamo opportuno rinviare la commemorazione dell’ Ulrichs Day, programmata per il 28 agosto, a data da destinarsi, probabilmente non appena i lavori di restauro saranno ultimati.

Essendo l’ Ulrichs Day un giorno di festa per la nostra comunità, un’eventuale celebrazione al momento presente cozzerebbe con il rispetto e la solidarietà dovute alle popolazioni colpite dal tragico evento.

Teniamo a precisare, su richiesta esplicita della Fondazione M. Consoli, che questa decisione ci è sembrata l’ unica possibile in un tale momento di dolore, e che ogni iniziativa non riconducibile a noi  è rimessa alla sensibilità di chi lo vorrà. 

Diffonderemo attraverso i nostri canali tutte le informazioni utili ad aiutare i territori colpiti dal sisma.

Arcigay M.Consoli L’Aquila

IL 28 AGOSTO ARCIGAY L’AQUILA COMMEMORA ULRICHS AL CIMITERO MONUMENTALE. Dongiovanni: -Amministrazione usi Palazzetto dei Nobili e auditorium per celebrare le unioni civili-.

17 Ago

Karl_Heinrich_Ulrichs_(from_Kennedy)

Quest’anno l’Ulrichs Day verrà celebrato domenica 28 agosto alle ore 12:00, presso il cimitero monumentale dell’Aquila: è esattamente il giorno in cui ricorre la nascita del giurista e latinista prussiano Karl Heinrich Ulrichs, che morì a L’Aquila “exul et pauper” nel 1895, sotto la protezione del Marchese Nicolò Persichetti e che è riconosciuto in tutto il mondo come il pioniere del movimento LGBT. La sua tomba fu scoperta nel cimitero del capoluogo abruzzese alla fine degli anni ‘80 da Massimo Consoli (uno dei padri dell’attivismo omosessuale italiano). Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’evento.

Lo scorso anno il circolo Arcigay dell’Aquila annunciò il restauro della tomba di Ulrichs, che attualmente versa in condizioni decisamente precarie. I costi legati alla logistica dei lavori di restauro saranno sostenuti da una nota coppia omosessuale veronese (tra le prime sul territorio nazionale a chiedere di essere unite civilmente); lo stesso Franco Grillini tempo fa contattò Massimo Cialente interessandosi all’intervento, che renderebbe finalmente alla città dell’Aquila un monumento LGBT degno di questo nome. Come riferisce il presidente dell’associazione, Leonardo Dongiovanni: -A causa di lungaggini burocratiche, i lavori non saranno comunque terminati in tempo per la commemorazione di quest’anno, poiché l’Accademia di belle arti di Verona (il soggetto attuatore), aspetta ancora la trasmissione del nulla osta della Soprintendenza. I lavori comunque dovrebbero essere ultimati al massimo entro l’inverno. Nel frattempo saremo felici di condividere la commemorazione del 28 agosto con tutti coloro che hanno sostenuto la nostra battaglia per l’uguaglianza, ma riteniamo opportuno prendere sin da subito le distanze dall’eventuale partecipazione della Sentrice Blundo, che oltre ad aver evitato qualsiasi tipo di confronto con noi durante l’aspro dibattito parlamentare sulle unioni civili, votò contro l’approvazione della legge, in linea con l’intero Movimento 5 stelle e questo oggi più di ieri ci pone in una posizione di contrasto nei suoi confronti-.

Nel frattempo, a pochi mesi dall’approvazione della legge sulle Unioni Civili tra persone dello stesso sesso, come ricorda Dongiovanni, i casi di omofobia sul territorio sono in aumento: -Dopo la pausa estiva il circolo Arcigay dell’Aquila continuerà a lavorare per favorire la diffusione delle tematiche LGBT anche nelle zone più difficili della provincia, come la Marsica: posto in cui dall’inizio dell’anno, nel silenzio delle istituzioni sono stati registrati diversi casi di omofobia, di cui due particolarmente gravi. Per ciò che concerne la celebrazione delle unioni civili invece, l’Arcigay dell’Aquila si impegnerà a verificare l’osservanza della legge “Cirinnà”, affinché dette unioni godano della stessa dignità sociale dei matrimoni. Mi aspetto sin da subito che l’Amministrazione metta a disposizione delle coppie omosessuali richiedenti, i medesimi luoghi utilizzati per celebrare i matrimoni civili, tra cui il Palazzetto dei Nobili e l’Auditorium del Parco-.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

 

 

Commemorazione delle vittime della strage di Orlando a L’Aquila: le foto e i video dell’evento.

18 Giu

Decine di anime hanno preso parte alla commemorazione organizzata a L’Aquila dai ragazzi e dalle ragazze di Arcigay M.Consoli il 16 giugno alla Villa Comunale; un presidio con poche bandiere, in cui ha prevalso il desiderio di riunirsi nel cordoglio e di ribadire con forza che anche di fronte all’omofobia più efferata, la comunità LGBT non piegherà mai la testa e risponderà sempre con i valori della pace e dell’inclusione.

 

GUARDA IL VIDEO DELL’EVENTO CON IL DISCORSO DELL’ARCIGAY E LA LETTURA DEI NOMI DELLE VITTIME (LINK): L’Aquila: Commemorazione per le vittime della strage di Orlando.

Con il calar del sole anche il GSSI (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) ha voluto rendere omaggio alle vittime del Pulse illuminando con i colori dell’arcobaleno la scuola che ospita studenti da tutto il mondo, nei pressi della Villa Comunale.

FB_IMG_14658563378962849.jpg
Di seguito l’annuncio dell’evento a Radio Stella 180 amici da parte del Presidente di Arcigay “M.Consoli” L’Aquila, Leonardo Dongiovanni e il servizio del TG di LaQTV (LINK): 1)  Leonardo Dongiovanni a Radio Stella 180 invita gli ascoltatori alla Commemorazione per le vittime della strage di Orlando.

2) Arcigay L’Aquila – Servizio TG commemorazione per le vittime della strage di Orlando

 

Si ringraziano il GSSI per la sensibilità dimostrata, Sara Bulma per le riprese e le fotografie e LaQTV per il servizio.

Arcigay M.Consoli L’Aquila

COMMEMORAZIONE A L’AQUILA PER LE VITTIME DELLA STRAGE DI ORLANDO. Dongiovanni: -I valori della Comunità LGBT non cadranno sotto la scure dell’omofobia-.

14 Giu

veglia-gay

Il circolo Arcigay “M.Consoli” L’Aquila si unisce al cordoglio della comunità LGBT di tutto il mondo per il sanguinario assalto perpetrato ai danni dei fratelli e delle sorelle di Orlando (U.S.A.) nella notte tra l’11 e il 12 Giugno, in cui hanno perso la vita 50 persone ed altrettante sono rimaste ferite per mano di un folle.

Giovedì 16 Giugno alle ore 18:30 alla Villa Comunale avrà luogo una commemorazione durante la quale verranno letti i nomi delle vittime e verrà osservato un minuto di silenzio. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

“Quanto accaduto in Florida domenica scorsa provoca in noi dolore e rabbia, ma la comunità LGBT è così geneticamente predisposta all’amore per la libertà e per la pace, che non  cadrà mai sotto la scure dell’ omofobia e dell’oscurantismo, qualsiasi sia il credo o l’orientamento politico dei violenti che vorrebbero cancellare le nostre conquiste di civiltà”.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

Il Presidente Leonardo Dongiovanni

ARCIGAY AL LICEO A.BAFILE IL 16 MAGGIO CONTRO L’OMOFOBIA. Ospite dell’evento sarà il regista F.Soldi con “Non so perché ti odio”.

13 Mag

IMG_20160511_202607Lunedì 16 Maggio, in occasione della Giornata Internazionale Contro l’Omofobia del 17 maggio, Arcigay M.Consoli L’Aquila sarà al liceo A.Bafile assieme al pluripremiato regista Filippo soldi, per la proiezione del documentario sulla violenza omofobica “Non so perché ti odio”; mercoledì 18 maggio, a partire dalle ore 18:00, a Casematte, si terrà un reading collettivo sulle discriminazioni dal titolo “Leggi contro l’omofobia”. Alle ore 21:00 dello stesso giorno avrà poi luogo la proiezione di “Stonewall”, il film che ripercorre la storia d’amore di due giovani durante il giorni antecedenti agli storici moti di Stonewall del 27 Giugno del 1969, da cui è nato quello che poi sarebbe diventato il Movimento di Liberazione Omosessuale.

Arcigay sarà in una delle scuole del capoluogo abruzzese per il terzo anno consecutivo; si tratta di una ricorrenza importante, che alla luce dell’approvazione delle unioni civili, apre una fase totalmente nuova della lotta all’omofobia. Infatti tra i nostri persecutori già c’è chi valuta l’ipotesi di un referendum abrogativo, proprio come avvenne nel 1970 per la legge sul divorzio. Alcuni candidati alla carica di sindaco hanno persino manifestato la volontà di fare opposizione di coscienza alla celebrazione delle unioni tra persone dello stesso sesso qualora.

Purtroppo, in mancanza di una legge che preveda un aggravante per i reati mossi dall’odio verso le persone omosessuali, l’Italia è oggi più di ieri pericolosamente esposta ad una nuova ondata di violenze verso le persone LGBT.

 

Arcigay M.Consoli L’Aquila

Il Presidente Leonardo Dongiovanni

LE UNIONI CIVILI SONO LEGGE DELLO STATO. Dongiovanni (Arcigay): -Ringraziamo gli aquilani vicini alle nostre battaglie-.

12 Mag

IMG_20160511_202607
11 maggio 2016: le unioni civili sono legge dello Stato, attraverso una delle più grandi riforme del diritto di famiglia dal 1970.

Questo circolo territoriale dedica questa conquista di civiltà a tutti quegli uomini e quelle donne aquilane che, ancor prima che essere favorevoli alle nostre istanze fosse un sinonimo di consenso, ci erano vicini nelle nostre battaglie. Gli attivisti e le attiviste di Arcigay L’Aquila porteranno sempre nel cuore i volti di chi il 23 Gennaio scorso , ha manifestato al loro fianco in pieno centro storico, esponendosi di fronte a parenti e amici, perché anche noi potessimo esistere agli occhi dell’ Italia.

Per questo motivo ringraziamo anche tutti quelli omosessuali aquilani mai venuti allo scoperto, che nel corso degli anni si sono piegati alla volontà di una società arcaica e maschilista, barattando la loro esistenza per un matrimonio di facciata, perché è anche grazie a loro che un giorno abbiamo deciso di non nasconderci più.
Infine salutiamo i nostri aguzzini, che da questa dolente sconfitta apprenderanno che nessuna gabbia sociale può resistere al coraggio delle persone libere e alla bellezza dei colori dell’umanità.

Resta ancora molta strada da fare: le unioni civili mancano dell’essenza stessa del matrimonio, che se da una parte resta solo un “nomen giuridico”, dall’altra rappresenta per le famiglie arcobaleno, il senso stesso di un’uguaglianza piena, che evidentemente ancora latita, specialmente alla luce dello stralcio della stepchild adoption dal testo approvato. D’altra parte c’è già chi minaccia di ricorrere al referendum abrogativo, proprio come avvenne per il divorzio negli anni ’70, e già diversi sindaci minacciano l’opposizione di coscienza avverso la celebrazione delle unioni civili: la guerra per noi è tutt’altro che vinta.

L’Italia di fatto è ora più che mai un Paese pericolosamente esposto alle insidie dei nostri oppositori, in mancanza di una legge che preveda un aggravante per i reati di violenza mossi dall’odio omofobico. Proprio per questo, in occasione della “Giornata Internazionale contro l’Omofobia” del 17 maggio, abbiamo già in programma  due eventi: lunedì 16 maggio alle ore 11:00 incontreremo gli studenti del Liceo Scientifico A.Bafile assieme al regista Filippo Soldi, per presentare il suo documentario sulla violenza omofobica dal titolo “Non so perché ti odio” (presente a L’ Aquila LGBT Film Festival il mese scorso); invece mercoledì 18 maggio, a partire dalle ore 18:00, saremo a Casematte per un reading collettivo sulle discriminazioni dal titolo “Leggi contro l’omofobia”, aperto a chiunque voglia presentare uno scritto sull’argomento. Alle ore 21:00 dello stesso giorno avrà poi luogo la proiezione di “Stonewall”; il fatto che l’unico cinema del capoluogo non ritenga il film della storia del movimento LGBT appetibile per la propria clientela, la dice lunga sull’idea di cultura promossa nel nostro Paese.

Arcigay M.Consoli L’Aquila
Il Presidente – Leonardo Dongiovanni

ARCIGAY L’AQUILA SOSTIENE I PROCESSATI DI CASEMATTE. Dongiovanni: -Difendere libertà, socialità e cultura a L’Aquila-.

21 Apr

image

Il circolo Arcigay “Massimo Consoli” aderisce al presidio lanciato dal 3e32 per domani 22 Aprile dalle ore 10:30 presso il tribunale dell’Aquila, in occasione del processo per Casematte.

Siamo vicini alla valorosa battaglia culturale condotta a partire dall’immediato post sisma dagli attivisti del Comitato 3e32. Quando la libertà si fa espressione di socialità, inclusione e cultura, allora la sua difesa rappresenta un atto dovuto da parte di una comunità in divenire come quella aquilana.

La cultura della riqualificazione rappresenta ormai uno dei capisaldi di questo territorio ed è proprio in quest’ottica che un’esperienza importante come quella di Collemaggio, meriterebbe di essere valorizzata ed esaltata dalle istituzioni e dall’opinione pubblica, mentre la sua cancellazione rappresenterebbe un preoccupante ed immotivato atto di repressione.

Auspichiamo che quest’esperienza totalmente inedita per il nostro territorio possa continuare per il bene di tutta la cittadinanza.

Arcigay Massimo Consoli L’Aquila

Il Presidente – Leonardo Dongiovanni