Incontro “MA DI CHE GENDER STIAMO PARLANDO?” a Sulmona il 27 Febbraio con UAAR e Altra Psicologia

22 Feb

Locandina evento con UAAR del 27022016
La teoria del gender: cos’è? Chi la strumentalizza per creare confusione all’interno delle scuole e tra i genitori?

Sulle pagine dei giornali e su internet si sta svolgendo una grande discussione su una presunta “teoria del gender”, dalle caratteristiche assai confuse e che sembra generare molta preoccupazione nelle persone ed in alcune istituzioni, ma la teoria “gender” non esiste! È un’invenzione mediatica che è diventata epidemia che ha generato allarmismi e psicosi. Educare al genere e alla differenza sembra essere l’unica strada percorribile per combattere le discriminazioni di genere, superare gli stereotipi e lasciare ad ogni essere umano la libertà di essere chi vuole essere e di vedersi riconosciuto come persona.

Lo sancisce anche la Costituzione all’articolo 3, quando dice che: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”.

Nonostante la ministra dell’Istruzione Stefania Giannini abbia annunciato che il Miur ha inviato una circolare ai dirigenti per chiarire che la riforma non introduce la “teoria gender” nelle scuole e che è disposta a prendere provvedimenti nel caso si continui ad alimentare questa “bufala”, i politici abruzzesi sono incorsi in un grossolano errore: la Regione Abruzzo, con una risoluzione approvata dalla Commissione Sanità, ha chiesto la collaborazione dell’ufficio scolastico regionale per contrastare la diffusione della teoria gender negli istituti per preservare  “il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità”, contravvenendo del tutto alle direttive del Ministero e richiedendo all’ufficio scolastico di prendere provvedimenti in un campo che non è di sua competenza.

Per aiutare e chiarire questa vicenda, le nostre associazioni hanno pensato di organizzare una serie di appuntamenti sul territorio abruzzese e spiegare alla popolazione con argomentazioni semplici e chiare cosa ci sia dietro allo spauracchio del “gender”.

A Sulmona l’incontro è fissato per il giorno 27 febbraio 2016 alle ore 16:00 presso la saletta della Provincia in Via Mazara.

Interverranno:

Leonardo Dongiovanni – Presidente Arcigay L’Aquila , Dott. Angelo Collevecchio – Altra Psicologia – Psicologo – Sessuologo , Dott.ssa Roberta Romanelli – Altra Psicologia – Psicologa , Greetje Van Der Veer – Pastora della Chiesa Metodista-Valdese , Liana Moca – Coordinatrice Uaar L’Aquila

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: