MoVimento 5 Stelle, Gian Paolo Vanoli e un bicchiere di urina : a che gioco giochiamo?

22 Mar

b86d44e474c36fc7f8adf26d369d764e

 

Arcigay Massimo Consoli L’Aquila chiede immediate e tempestive prese di posizione da parte del MoVimento 5 stelle abruzzese, lombardo e nazionale per le parole aberranti dell’ attivista del M5S Lombardia Gian Paolo Vanoli (anni 73) che in preda ad una evidente crisi di mitomania ha dichiarato che l’omosessualità sarebbe una malattia causata dai vaccini iniettati ai bambini in tenera età, assieme all’autismo (di cui l’omosessualità stessa sarebbe una manifestazione). Ciò ci lascia interdetti, anche alla luce dell’appoggio che molti omosessuali hanno dato al M5S in campagna elettorale (gli ex candidati abruzzesi e non solo, alle Camere hanno sottoscritto la campagna “Tempo scaduto” indetta da Arcigay Italia). 

È inaccettabile e ridicolo che nel 2013 un guru della medicina “alternativa”, che si autoincensa di importanti collaborazioni in ambito scientifico (vere o presunte) dichiari che i gay siano malati (Contravvenendo alla stessa linea tracciata dall’ OMS), che l’omosessualità sia un “male” che si trasmette di genitore in figlio e che questa porterà alla rovina del genere umano; è paradossale, grottesco, sessista e repellente che lo stesso al contempo si vanti per aver fatto tornare il ciclo mestruale alla moglie sessantenne, facendole bere le sue stesse urine!

È altrettanto improbo, grave, inopportuno e CRIMINOSO che si neghi l’esistenza dell’ HIV e che venga messa persino in dubbio la sua correlazione con l’ AIDS, malattia ad oggi incurabile, che miete migliaia di vittime in tutto il mondo e che solo con il profilattico e con il test può essere prevenuta.

Arcigay L’Aquila richiede un immediato intervento dei vertici del MoVimento 5 stelle, Beppe Grillo, Casaleggio, i capigruppo del Senato e della Camera, dei gruppi locali ed in particolare di quello lombardo, perché si prenda una posizione netta ed emblematica di ciò che si intende fare per il nostro avvenire, che con le parole del  Vanoli, viene catapultato ai tempi della caccia alle streghe.

Come già ricordato più volte in campagna elettorale, non faremo sconti a nessuno durante questa legislatura, aldilà dello stemma e delle casacche e non accetteremo in alcun modo che “scienziati da televendita” parlino a nome di una realtà politica a cui abbiamo dato fiducia e ai danni delle nostre conquiste sociali e della nostra dignità di esseri umani nella pienezza delle loro facoltà intellettive.

 

 

Arcigay Massimo Consoli L’Aquila

Il presidente Carla Liberatore

Il segretario Leonardo Dongiovanni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: